fbpx

Dal 19 giugno al 22 giugno, circa 250 giovani delegati provenienti da 109 paesi si sono incontrati a Roma per il Forum Internazionale dei Giovani, dove hanno discusso il futuro dell’impegno dei giovani nella Chiesa. L’incontro ha fatto seguito alla pubblicazione nell’ aprile 2019 della Christus Vivit, un’Esortazione Apostolica indirizzata ai giovani. Al forum, due membri della Generazione Laudato Si’ hanno avuto l’onore e il privilegio indimenticabili di incontrare Papa Francesco in Vaticano e di portare la propria offerta a questo leader che ha ispirato così tanti in tutto il mondo.

Hanno dato al papa uno thermo scaldacqua solare per mate, a nome del movimento ispirato all’esortazione del Papa al mondo, Laudato Si’, che è stata sottolineata con maggiore urgenza in Christus Vivit. Infatti, con il crescente numero di giovani che chiedono a gran voce giustizia ambientale e climatica, la Christus Vivit si adatta allo stesso tempo con l’appello all’azione della Laudato si’. “Amici, non aspettate fino a domani per collaborare alla trasformazione del mondo con la vostra energia, la vostra audacia e la vostra creatività…Voi siete l’adesso di Dio, che vi vuole fecondi.” (CV 178).

Per i giovani e i giovani adulti, il messaggio di Papa Francesco è chiaro: “Cristo vive! e questo cambia tutto!” Con la certezzache “il bene può farsi strada nella nostra vita,” sappiamo che “le nostre fatiche serviranno a qualcosa” (CV 127). Questo ci ricorda la gioia di San Francesco, che visse, respirò e si nutrì della bontà del Creato intorno a lui.

Durante il Forum, il papa ha anche sfidato i 250 delegati e i giovani di tutto il mondo “… a superare l’apatia, offrendo una risposta cristiana alle inquietudini sociali e politiche (potremmo aggiungere anche ambientali), che si stanno presentando in varie parti del mondo.” (CV 174). “[Il Signore] vuole voi, giovani … come suoi strumenti per irradiare luce e speranza, perché vuole contare sul vostro coraggio, sulla vostra freschezza e sul vostro entusiasmo” (CV 177).

Se vogliamo vivere in una casa comune sana e pacifica, la Chiesa deve accompagnare i giovani mentre camminiamo insieme come guardiani e fratelli o sorelle di un’unica famiglia. Come Papa Francesco dice, “non osservate la vita dal balcone” ( CV 143). Aprite la porta, e partecipate alla cura di questo mondo!

Luke Henkel, membro della Generazione Laudato Si’