fbpx

In più di 320 scioperi Cattolici per il clima di tutto il mondo, i giovani Cattolici hanno marciato e pregato il 20 Settembre per esigere azione urgente nella lotta contro il cambiamento climatico. Mentre le campane di varie chiese suonavano in solidarietà, i giovani Cattolici—dalle Filippine, Ecuador, USA, Messico, Pakistan, Irlanda e altri luoghi—si sono uniti a quattro milioni di manifestanti negli scioperi per il clima di tutto il mondo.

I partecipanti alla marcia agivano in risposta all’appello di Papa Francesco, che chiese alla gioventù di “scendere sulle strade…e nel nome di Dio difendere Madre Terra!” Mentre migliaia di giovani hanno coraggiosamente preso posizione di leaders nel fare così, erano spesso accompagnati da Cattolici più maturi che si univano per offrire supporto intergenerazionale.

Fra i manifestanti nelle Filippine, c’era Maria Lourdes Guinto, una parrocchiana della Parrocchia di Our Lady of Hope (Nostra Signora della Speranza) in Quezon City. Maria, madre di tre figli ‘millennial,” è una collaboratrice GCCM. In un’intervista con il giornale National Catholic Reporter, ha detto che è importante dimostrare come la sua fede possa ispirare sia Cattolici che non-Cattolici a curare il creato. “Questo pianeta è condiviso con ogni singolo essere” ha detto, “e quindi ognuno ha la responsabilità di contribuire al suo mantenimento.”